Come avere la pancia piatta?

Come avere la pancia piatta?

Il gonfiore addominale può essere causato da numerosi fattori, alcuni temporanei ed di scarso valore medico, altri di importanza clinica come gastrite, colite, diverticolite, colite ulcerosa, etc. 

Nella regione addominale si trovano diversi organi vitali  quali stomaco, intestino,  fegato,  milza e  pancreas. Essi prendono parte al processo digestivo e pertanto sarebbe opportuno non trascurare alcun sintomo e consultare sempre il proprio medico

Qualora non fossero presenti patologie, il gonfiore può essere ricondotto al consumo di un pasto abbondante, all’aumento di peso,  al consumo eccessivo di cibo,  alla sindrome premestruale,  alla deglutizione di aria (mangiare in modo frenetico),  al consumo di bevande gassate, all’eccesso di junk food o di sandwich, ai gas intestinali prodotti nella digestione delle verdure e della frutta ricche di fibra.

In genere le attenzioni alimentari sono indispensabili, oltre le eventuali terapie prescritte dal vostro medico, per ripristinare una condizione ottimale ed eliminare il fastidioso gonfiore.

Cosa sapere?

Per avere la pancia piatta e alleviare il gonfiore addominale, EVITATE diete drastiche e digiuni.

L’effetto yo-yo causato da una perdita di peso troppo repentina a cui segue una rapida ripresa dei chili persi favorisce l’accumulo di tessuto adiposo soprattutto sul punto vita. Una dieta sana, equilibrata e varia è la strada giusta per raggiungere un risultato definitivo senza compromettere lo stato di salute. In genere un calo ponderale veloce non garantisce la perdita di grasso, ma di massa muscolare ed acqua; la successiva ripresa dei chili, invece, riguarda esclusivamente il tessuto adiposo. Si diventa sempre più grassi anche a parità di peso. 

Ecco alcuni consigli utili per una “terapia d’urto” contro il gonfiore!

  1. Iniziate con una dieta lievemente ipocalorica ed equilibrata
  2. Privilegiate proteine animali (carni magre, pesce, uova), cereali integrali, verdure, radici (carote, radicchio), frutta secca e fresca,cioccolato fondente, acqua, tisane. 
  3. Non eccedete con le pietanze molto elaborate, la frittura, i latticini stagionati, le bevande gassate, i dolci e il sale.
  4. Per aiutare la digestione preferite gli alimenti cotti rispetto a quelli crudi o inscatola.
  5. Se soffrite di aerofagia evitate per qualche giorno broccoli, broccoletti, rape, cavoli e cavolfiori. Preferite invece finocchi, carote, bietina, zucchine e cicoria da taglio.
  6. Bevete molta acqua e aiutatevi con tisane drenanti preferibilmente lontano dai pasti o prima di cominciare a mangiare.
  7. Non eccedete (ma non eliminateli) con i prodotti lievitati come pane e pizza! Una biona abitudine è quella di tostare leggermente il pane prima di consumarlo!
  8. Non consumate abitualmente alcolici e bevande gassate! 

Il presente articolo ha carattere meramente informativo e non si sostituisce al parere del medico.

Lascia un commento