Alimentazione e cute

Alimentazione e cute

Una pelle levigata e luminosa è il primo e più evidente segno di un organismo che funziona correttamente (buona digestione, ottima circolazione sanguigna, corretta alternanza tra sonno e veglia, funzioni ormonali ideali, etc) grazie anche ad un’alimentazione sana ed equilibrata e ad uno stile di vita corretto. 

La nostra cute è lo specchio di ciò che mangiamo indipendentemente dai fattori genetici!

La prova di quanto affermato, ci viene data da uno studio su gemelli monozigoti (con uguale corredo genetico) che ha dimostrato come l’invecchiamento della pelle fosse differente tra i gemelli che non conducevano lo stesso stile di vita.

Seguire una “dieta” varia e completa, che rispetti la corretta distribuzione dei nutrienti e dei pasti (vedi: alimentarisi bene) è il primo passo per conferire splendore alla vostra pelle!  

Nello specifico sono diversi i componenti che potrebbero contribuire a mantenere giovane la pelle: parliamo di vitamine e antiossidanti, sostanze in grado di contrastare l’azione nociva dei radicali liberi! “Fate il pieno”, quindi, di vitamina Cpolifenoli, beta carotene e licopene

La vit. C è contenuta in kiwi, fragole, arance, mandarini, mandaranci, verdura a foglia verde, peperoncini, peperoni, pomodori. Sembra essere importante per contrastare il processo di invecchiamento cutaneo non solo per le sue proprietà antiossidanti ma anche per azione diretta  sulle fibre di collagene (un aumento della produzione di collagene migliora l’elasticità e il tono della pelle). Ha inoltre azione schiarente inibendo la sintesi di tirosina, “precursore”  della melanina.

I polifenoli sono composti antiossidanti utilissimi nel contrastare i danni legati al tempo o allo stress. Inoltre contrastano la demolizione dell’acido ialuronico. Tra i cibi più ricchi spiccano il tè, i legumi, la frutta (uva, fragole, frutti di bosco, melograne) e la verdura (melanzane, pomodori, cipolle, peperoni e peperoncino, aglio) soprattutto di colore rosso o viola, che hanno quercetina, canferolo, esperidina. Non possiamo dimenticare cacao, birra e olio d’oliva.

Il Beta-carotene è il precursore della Vit.A ed è contenuto in frutta e verdura di colore giallo-arancio come peperoni, carote, zucca, albicocche, melone, cachi etc. E’ necessario per la corretta crescita e riparazione dei tessuti corporei; aiuta a mantenere la pelle levigata e sana; aiuta a proteggere le mucose della bocca, del naso, della gola e dei polmoni, riducendo così la suscettibilità alle infezioni; protegge contro gli agenti inquinanti (azione antiossidante contro gli effetti nocivi dei radicali liberi); contrasta la cecità notturna e la vista debole, ed è quindi fondamentale per una buona vista; e aiuta nella formazione di ossa e denti.

Il licopene svolge anch’esso azione antiossidante e funziona da scudo nei confronti dei raggi UV. Ne è ricchissimo il pomodoro e la sua disponibilità aumenta in seguito alla cottura (salsa di pomodoro).

Un alimento di eccellenza è, inoltre, l’olio di oliva per il contenuto in squalene (antiossidante), Vit. E ed acidi grassi monoinsaturi (molto più “resistenti” ai danni causati dall’ossigeno, rispetto agli acidi grassi polinsaturi di cui sono ricchi gli oli di semi).

Notizia recente e molto interessante è l’effetto benefico di alcuni ceppi di probiotici non solo sull’intestino ma anche sulla pelle, attraverso la modulazione della risposta immunitaria cutanea.

Non dimenticate l’acqua! 

Un’ulteriore attenzione deve essere posta nei riguradi del pH della nostra pelle. Infatti negli anni, a causa del normale processo di invecchiamento, tende ad abbassarsi notevolmente provocando eruzioni cutanee, infiammazioni alla pelle, desquamazioni, perdita di tono.

Preferite spinaci, broccoli, limoni, cetriolo e ravanellgli ortaggi a foglia verde e non eccedete con aceto, alcol, margarina, carne di maiale, salmone e sgombro.

E’ doveroso, da parte mia, sottolineare che la sedentarietà e l’abitudine al fumo accelerano il naturale invecchiamento cutaneo.

Lascia un commento